Solstizio D’Estate: Iniziare il raccolto.

L’estate inizia esattamente nel giorno del solstizio e termina nel giorno dell’equinozio successivo. Nel 2019, le date sono 21 giugno e 23 settembre. Cosa succede durante il solstizio? L’asse terrestre del nostro pianeta raggiunge (come ogni anno in questo periodo) la sua massima inclinazione rispetto al piano dell’eclittica, permettendo quindi ai raggi solari di arrivare in maniera più diretta anche alle nostre latitudini: è il Solstizio d’Estate, ed in particolare per circa tre giorni assisteremo alle giornate più lunghe dell’anno, che danno avvio alla stagione dell’Estate.

Questo momento è magico e sacro, stratificato da anni e anni di storia e leggende, è la notte del “sogno di mezza estate” di W. Shakespeare delle Acque Miracolose e delle erbe scaccia diavoli, dove sogno e realtà, umano e divino, si fondono a tal punto da costituire una nuova realtà. La Porta Solstiziale è ora aperta fino alla notte di San Giovanni, è il momento di raccogliere i frutti della semina interiore, i risultati della gestazione inversa e la fioritura primaverile.

 Per i Celti erano i festeggiamenti di Litha, qui il sole celebra il suo trionfo, nel giorno più lungo dell’anno, ma che allo stesso tempo, rappresenta l’inizio del suo declino. Dopo il Solstizio d’Estate, le giornate iniziano lentamente ma inesorabilmente ad accorciarsi fino al solstizio d’inverno, in quella che è la fase “calante” dell’anno. Solstizio deriva dal latino solstat, “il sole si ferma”, e, infatti, pare quasi che il sole indugi un po’ in questa posizione prima di riprendere il suo cammino discendente.

E’ il tempo in cui possiamo ricevere il massimo della potenza solare: la mistica forza che unisce cielo e terra è ora più forte.

Questa verità era conosciuta dagli antichi popoli che pare fossero a conoscenza del fatto che le misteriose linee energetiche che solcano la superficie terrestre, aumentano la loro carica energetica tramite la potenza solare. Anche monumenti come menhir, dolmen e cerchi di pietre erano forse focalizzatori artificiali del sistema energetico terrestre.
Non a caso la cerimonia del Solstizio d’Estate è la festa più elaborata e più famosa compiuta dai moderni ordini druidici, che la celebrano ogni anno appunto a Stonehenge

Tempo di raccolto delle erbe sacre perchè in questo breve ma intenso arco di tempo, tutte le piante e le erbe sulla terra vengono influenzate con particolare forza e potere.

Il Sole, simbolo del fuoco divino, entra nella costellazione del Cancro, simbolo delle acque e dominato dalla Luna dando origine all’unione delle due opposte polarità che si incontrano. Il Sole è la parte maschile e la Luna quella femminile e il sole, al solstizio d’estate, raggiunge la sua massima inclinazione positiva. Simbolicamente questo fenomeno è rappresentato dalla stella a sei punte dove il triangolo di Fuoco e il triangolo dell’Acqua si incrociano.

Giriamo la Ruota e condividiamo il suo destino, perché noi stessi abbiamo piantato i semi dei nostri cambiamenti, e per crescere dobbiamo accettare anche il passare del sole.

Purificate lo spazio, fate il cerchio e invocate la Dea e il Dio. Danzate la Danza a Spirale, cantando:

Lei è luminosa, Lei è bianca, Lei è splendente, Incoronata di luce!
Lui è radioso, Lui è luminoso, Lui si sta alzando, Lui prende il volo!

PER TUTTE LE INFORMAZIONI DELL’EVENTO CLICCA SUL LINK

san giovanni 2019

PRENOTA IL TUO POSTO
cel. 392 2313470
mail:
info@deborahgorrieri.it