Beltane: la danza dell’Amore

Calendimaggio, Beltane per i Celti, é il Sabbat con il quale si celebra la fertilità della terra, caratterizzato dal fuoco e dalla passione. Beltane è un momento in cui le energie della luce e della vita si manifestano nel loro aspetto più gioioso e trionfale. Questo è un tempo in cui celebriamo il ritorno dell’estate e della fertilità, periodo di scampagnate e feste all’aperto. Quindi è il momento adatto per operare, per condurre a realizzazione le cose che ci siamo prefissati di compiere. Anche psicologicamente i nostri pensieri si volgono all’esterno, per fare e operare. Questa estroversione stagionale fa sì che questa sia un’epoca propizia ai nuovi amori e alle nuove amicizie, come anche al rafforzamento delle relazioni già esistenti.

E’ il momento di passare più tempo con gli altri. E’ anche tempo di stimolare la nostra creatività e la nostra fertilità interiore. Ecco Beltane che ci avvolge con i suoi nastri colorati, la danza d’amore è presente ovunque, la Dea gode del nostro aprirci alla bellezza, la Dea sorride a tutte le forme d’amore.

Nella Ruota del Tempo  si trova sullo stesso asse di Samhain, all’opposta estremità del raggio a indicarne la controparte. Come in pieno autunno si celebra la morte così nella primavera inoltrata si festeggia la pienezza della vita. Tutto ci ricorda  che vita e morte sono inseparabili e si danno significato a vicenda nell’eterna danza dell’amore. Ecco allora che il modo migliore per celebrare questo momento dell’anno è all’aperto, dove tutto si anima e possiamo incontrare l’altro uscendo liberi al sole. Beltane é una delle quattro feste del fuoco; è costume popolare tenere un falò all’aperto attorno al quale si eseguono canti e danze. Simbolicamente è l’unione interiore del maschile e del femminile, le nozze mistiche con il trionfo dell’amore. Il tema è il corteggiamento e l’unione; l’Albero di Maggio, intorno al quale ci si riunisce per danzare, rappresenta l’energia fecondatrice del Dio e i nastri colorati, che durante la danza si avvolgono al palo, sono il simbolo della Dea: essi  si uniscono per dar origine alla vita. Il palo di Maggio è decorato con fiori e foglie, espressione di bellezza e fertilità. Il significato di questa celebrazione è assicurarsi la fertilità durante i mesi estivi e un abbondante raccolto.

La celebrazione di questa festa inizia la notte del 30 aprile e si protrae per tutto il giorno successivo con danze e giochi all’aperto.

COME PUOI ONORARE QUESTO GIORNO ANCHE TU:

Accogli le novità che si manifestano nella tua vita, alimenta i nuovi incontri e nutri quelli già consolidati. Lascia che l’estroversione e il contatto con l’esterno prendano spazio. Stai più spesso all’aperto ed in contatto con la natura. Mantieni l’unità del maschile e femminile  fuori e dentro te

Crea uno spazio eletto da condividere con i tuoi cari, il tuo compagno, i tuoi amici o con te stesso. Rendi questo giorno speciale e memorabile, anche perchè è speciale il momento storico che stiamo vivendo. Perciò esalta questo appuntamento del calendario dell’anima, che mai come in questi giorni è opportuno e denso di significati, e sarebbe bello poterlo celebrare insieme a coloro che hanno condiviso con te questo insolito passaggio, con coloro che lo hanno alleggerito, caratterizzato o addolcito. Ringrazia chi ti ha portato saggezza e comprensione, gioisci per la bellezza che la Vita comunque ti ha lasciato intravedere pur nelle difficoltà e fai che questa gioia sia un tuo dono all’Universo..

Appendi nastri colorati alla tua porta, al balcone, alle finestre, così da accendere la vita. Puoi indossare corone di edera e fiori di campo come da tradizione, puoi offrire latte e vino alla terra come simbolo di fertilità, e accendere 5 candele magari colorate (azzurro, rosso, giallo, verde, bianco).

E poi leggi (o leggete) con cuore sincero questa breve recitazione:

“Scelgo l’azzurro del cielo, per la lucidità della mente.

Scelgo il rosso del sangue, per l’amore compassionevole.

Scelgo il giallo dell’oro, per la ricchezza e uguaglianza.

Scelgo il verde della natura, per l’agire perfetto privo di ostacoli.

Scelgo il bianco della luce, per la saggezza suprema.

Celebro la danza della vita che ritorna suprema in tutte le sue forme.
all’amore in ogni forma e angolo dello spazio.
a questo sacro giorno pieno di Magia.

Che l’amore trionfando possa trasformare la sofferenza in Gioia per il bene di tutti gli esseri.”